Acquario pH pH Manutenzione

Kit per test PH d'acqua dolce API. Foto da Amazon

Che cos'è il pH?

Abbiamo imparato a scuola che l'acqua, o H2O, è composta da molecole di idrogeno e ossigeno. L'acqua neutra ha un valore di pH di 7. 0. Contiene uguali quantità di ioni idrogeno (H +) e ioni idrossido (OH-). Prodotti chimici e minerali disciolti cambiano l'equilibrio di questi ioni da uno stato perfettamente neutro.

Aumentare la quantità di ioni idrogeno (H +) e l'acqua diventa più acida ("pH basso"). Aumentare la quantità di ioni idrossido (OH-) e l'acqua diventa più alcalina ("pH alto").

Più questi valori aumentano o diminuiscono, più l'acqua diventa acida o alcalina.

Che cos'è il pH normale?

Non esiste un pH "normale" applicabile a tutti i pesci. Poiché i pesci provengono da stagni, fiumi, torrenti, laghi e oceani con livelli di pH diversi, i loro bisogni sono diversi. I pesci d'acqua salata preferiscono un pH alcalino di 8 o superiore. I pesci d'acqua dolce prosperano in un intervallo inferiore a quello, tra 5. 5 e 7. 5, a seconda delle specie specifiche.

Tenere presente che il pH non è statico, cambia nel tempo; infatti, cambia anche nel corso di un singolo giorno. In genere scende di notte e si alza durante il giorno. Il pH cambierà con l'aggiunta o la rimozione di nuovi pesci, con l'aggiunta o la sostituzione dell'acqua e con l'evoluzione dei processi biologici nel serbatoio.

pH preferito di pesci d'acqua dolce comuni

  • Angelfish 6. 5 - 7. 0
  • Clown Loach 6. 0 - 6. 5
  • Goldfish 7. 0 - 7. 5 < Arlecchino 6. 0 - 6. 5
  • Hachetfish 6. 0 - 7. 0
  • Neon Tetra 5. 8 - 6. 2
  • Plecostomus 5. 0 - 7. 0
  • Silver Dollar 6 0 - 7. 0
  • Tiger Barb 6. 0 - 6. 5
  • Zebra Danio 6. 5 - 7. 0
  • Quanto è importante il pH?

Le variazioni del pH, in particolare i cambiamenti improvvisi, possono risultare dannosi o addirittura mortali per i pesci. Con l'aumento del pH, aumenta la tossicità di sostanze chimiche come l'ammoniaca. È un fattore importante da monitorare durante l'irruzione di un nuovo serbatoio.

I cambiamenti del pH sono particolarmente difficili per i pesci giovani e malati. In un certo numero di specie di pesci, la riproduzione avviene solo all'interno di un intervallo di pH specifico.

Se stai pianificando un nuovo acquario, è consigliabile conoscere il pH della tua fonte d'acqua, così saprai in anticipo se è compatibile. Alcuni pesci come Discus, e alcuni ciclidi, prosperano in intervalli di pH molto stretti che dovrebbero essere presi in considerazione quando si installa il loro acquario.

Quando si sposta il pesce da un acquario a un altro è importante abbinare i livelli di pH. Cambiamenti improvvisi nel pH sono responsabili di molte perdite di pesce che si verificano quando il pesce viene portato a casa da un negozio di animali. I neon tetra sono particolarmente sensibili ai cambiamenti improvvisi del pH e possono essere facilmente scioccati quando vengono spostati.

Quanto spesso dovrei controllare il pH?

Il pH dovrebbe essere testato almeno una volta al mese, preferibilmente ogni due settimane per consentire l'individuazione delle tendenze prima che diventino un problema.I risultati dei test devono essere conservati in un registro per riferimenti futuri. Ricorda che poiché il pH può variare in base all'ora del giorno, il test in diversi momenti della giornata può produrre risultati diversi anche se non c'è nulla di sbagliato. Per questo motivo, i test dovrebbero svolgersi alla stessa ora del giorno, preferibilmente nel pomeriggio.

Ogni volta che c'è una malattia o morte del pesce, il pH dovrebbe essere testato.

Se il serbatoio viene trattato con farmaci, il pH deve essere controllato quando il trattamento è iniziato, l'ultimo giorno di trattamento e ancora una settimana dopo.

È anche saggio testare l'acqua prima di acquistare nuovi pesci. Verificare con il negozio in cui si acquista il pesce. È importante che il pH dell'acqua in cui si trova il pesce non sia significativamente diverso dal pH dell'acqua a casa.

Il pH dovrebbe essere modificato?

Raccomando di attenersi all'assioma di "se non è rotto, non aggiustarlo". Non saltare all'azione semplicemente perché il libro di testo dice che il pH ottimale per il tuo pesce è 6. 4. e l'acqua prova a 6. 0. Finché il pH è stabile, e il pesce non mostra segni di sofferenza, è meglio lasciare il pH al suo livello naturale.

Se i pesci non prosperano, o se i test mostrano che si sta verificando una tendenza, come una caduta costante o un aumento del pH, il problema dovrebbe essere risolto.

La cura dell'acqua proattiva è sempre la soluzione migliore. Effettuare frequenti cambi d'acqua parziali e passare l'aspirapolvere sulla ghiaia sono le cose più importanti che puoi fare per mantenere stabile il pH dell'acqua.