Nozioni di base sui prati irrigui

> itsabreeze photography / Getty Images

L'innaffiatura del prato è molto più che far funzionare gli irrigatori di notte o spruzzarli con un tubo. La gestione dell'acqua è parte integrante di un programma di cura del prato sano. Poiché l'acqua diventa sempre più una risorsa scarsa, la conservazione e la gestione del prato giocano un ruolo più importante in un programma di cura del prato.

Requisiti

Il fabbisogno idrico di un prato può variare a seconda delle specie di erba, della tessitura del suolo, del clima e del livello desiderato di estetica e manutenzione.

Il manto erboso ha generalmente bisogno di circa

un pollice di acqua alla settimana durante la stagione vegetativa per rimanere verdi e crescere attivamente. Sono disponibili varietà resistenti alla siccità con erbe fresche di stagione e molte erbe di stagione calda possono sopravvivere con meno di un pollice di acqua a settimana. Di norma, il manto più sano è sul lato assetato che incoraggia la crescita delle radici mentre cercano l'umidità più profonda nel terreno.

Approvvigionamento idrico

L'acqua viene principalmente ottenuta attraverso la pioggia, ma può essere completata con irrigatori per prati o un sistema di irrigazione. L'approvvigionamento idrico domestico proviene da una fonte pubblica (a un costo) o da un pozzo sulla proprietà (gratuito). Recentemente l'approvvigionamento idrico è stato di grande preoccupazione, con molti comuni che hanno imposto restrizioni idriche durante i periodi di siccità. In casi estremi, un prato potrebbe "colorarsi" e andare in letargo fino al ritorno delle piogge. Le nostre aspettative su come dovrebbe essere un prato sano potrebbero aver bisogno di cambiare nei prossimi anni, in quanto l'acqua diventa più scarsità.

Un prudente programma di cura del prato aiuterà un prato a superare la siccità.

Irrigazione

Un prato può essere irrigato con uno spruzzatore mobile o un sistema di irrigazione sotterraneo. In entrambi i casi, richiedono una sovrapposizione a spruzzo per una copertura uniforme. I tipici irrigatori per prati sono economici e devono essere spostati in tutto il prato.

I sistemi di irrigazione automatica forniscono un'eccellente copertura e, se utilizzati correttamente, rappresentano la forma più efficiente di irrigazione supplementare. Funzionano con un orologio computerizzato completamente personalizzabile per le esigenze individuali.

Frequenza

L'acqua dovrebbe essere applicata in profondità e raramente per simulare i modelli meteorologici naturali. Lunghi intervalli tra le innaffiature incoraggiano l'erba a sviluppare sistemi di radici profonde e forti che si traducono in una maggiore tolleranza alla siccità. Le innaffiature superficiali e frequenti portano all'erba poco profonda e ad una pianta generale più debole. Una o due irrigazioni profonde a settimana sono meglio che annaffiare un po 'ogni giorno.

Durata

Il momento ideale per innaffiare l'erba è tra le 3:00 e le 6:00. Se ciò non si può fare, innaffia il prima possibile prima della calura del giorno. L'irrigazione serale è accettabile come ultima risorsa, ma ciò può portare a condizioni che favoriscono la malattia. L'irrigazione a metà della giornata raffredderà il manto erboso, ma la maggior parte dell'acqua andrà persa per evaporazione.

Consigli per la conservazione dell'acqua

Utilizzare varietà di erba resistenti alla siccità o specie autoctone.

  • Tagliare l'erba per aumentare le riserve di umidità nella lama e nelle radici.
  • Applicare fertilizzanti o pesticidi prima della pioggia.
  • Tenere il filo sotto controllo per garantire la penetrazione dell'acqua.
  • Utilizzare un pluviometro per determinare la quantità di acqua necessaria.