Fotografia di spiaggia: come fotografare l'oceano

Oli Kellett / Getty Images

È probabile che se scatti una foto della spiaggia, avrai un po 'dell'oceano nella foto. Imparare a fotografare l'oceano significa sapere quale sensazione si desidera trasmettere con la tua foto.

Ocean Photography Tip: Congelamento dell'acqua

Uno dei metodi più comuni per fotografare l'oceano è congelare il movimento dell'acqua. Questo metodo mostra i dettagli nell'acqua e le onde come goccioline d'acqua congelate a mezz'aria.

Come la maggior parte delle fotografie d'azione, il congelamento dell'acqua richiede un tempo di posa elevato. Mentre si lavora con gli spruzzi d'acqua ravvicinati può richiedere una velocità dell'otturatore di 1/4000 di secondo o più veloce, l'acqua che spruzza dalle onde ha molte velocità (a causa della varietà di direzioni di schizzi) e la distanza dalle onde ti consente di scattare con una velocità dell'otturatore più moderata di 1/2000 di secondo. Se le condizioni di illuminazione consentono una maggiore velocità, però, si sbaglia sempre sul lato di un otturatore più veloce quando si tenta di congelare il movimento dell'acqua.

Per proteggere la tua fotocamera, cerca di evitare giorni ventosi quando surf e sabbia volano, e considera una custodia protettiva sulla tua fotocamera come un cappuccio antipioggia. È possibile acquistare una cappa antipioggia o liberarsi da una grande busta di plastica. Ciò non creerà una linea di protezione perfetta per la tua fotocamera, ma ridurrà notevolmente le possibilità di danni da sabbia e acqua.

Catturare il movimento dell'acqua

Le foto di strisce cremose di acqua invece di goccioline congelate aiutano a trasmettere il movimento dell'acqua in un'immagine statica.

Per catturare il movimento dell'oceano, utilizzare una bassa velocità dell'otturatore. Quanto lentamente varierà in base alla velocità dell'acqua, ma inizia circa 1/5 di secondo e apporta modifiche da lì. Per ottenere queste velocità molto lente in condizioni di luce intensa è necessario utilizzare un ISO basso, un'apertura stretta e un filtro a densità neutra (filtro ND).

Pensa a un filtro ND come un paio di occhiali da sole per la tua fotocamera. Riduce la quantità di luce che penetra nell'obiettivo ma è progettato per non influenzare il colore della luce. Ricorda che avrai bisogno di un treppiede, monopiede o altra superficie robusta per sostenere la tua fotocamera quando scatti con basse velocità dell'otturatore.

Catching the Blue

A causa delle drastiche variazioni di luce dagli oggetti in primo piano (come rocce e sabbia) all'oceano più luminoso, dovrai spesso aiutare la tua fotocamera a catturare il blu dell'acqua invece di una sovraesposizione sbiadita. Un modo semplice per farlo è usare un filtro polarizzatore. Questi filtri aiutano a tagliare la foschia e tendono ad approfondire il blu dell'acqua e del cielo.

Riflessi sull'acqua

Se l'acqua dell'oceano è liscia e priva di onde (molto probabile che si verifichi presto o tardi nella giornata), è spesso possibile catturare riflessi di moli, barche e altri oggetti.L'acqua estremamente bassa, come il film sottile dell'acqua lasciata sulla spiaggia dopo un'onda, è anche un'area privilegiata per catturare i riflessi. Se si utilizza un filtro polarizzatore per aiutare ad aumentare il blu nel cielo o nell'acqua, è necessario rimuoverlo quando si fotografano i riflessi poiché questo filtro tende a ridurre l'effetto riflettente.

Illuminare l'acqua

Non limitarti a fotografare solo l'oceano con il sole che splende sull'acqua.

Catturare onde e schizzi con il sole dietro l'acqua può anche creare effetti sorprendenti. Ricorda che con questo tipo di inquadratura dovrai pianificare la tua esposizione per la parte più scura dell'acqua in modo che l'illuminazione del sole sia molto luminosa.