La bellezza della ceramica di Delft in Europa

Ceramica di Delft: da dove viene e come è stata utilizzata. Getty

Che cos'è la ceramica di Delft?

La ceramica di Delft è uno dei più singolari tipi di ceramica provenienti dall'Europa e il suo sorprendente design blu e bianco è diventato davvero iconico. Delftware si colloca certamente nei migliori articoli da collezione, quando si tratta di ceramica. La tecnica può anche essere definita ceramica di Delft Blue (Delfts Blauw in olandese). La sua ispirazione proviene da esempi di ceramica dipinta di blu che sono stati portati dalla Cina ai Paesi Bassi dalla Compagnia olandese delle Indie Orientali.

Da dove proviene?

Delft ha preso il suo omonimo dalla piccola città di origine nei Paesi Bassi intorno al 16 ° secolo (la città di Delft è anche nota per aver dato i natali al famoso artista olandese Johannes Vermeer). Delft è uno sviluppo della maiolica smaltata, che è stata definita come "una terracotta ricoperta da una glassa opaca e decorata prima della cottura". La maiolica era una tecnica di smalto che era diventata più popolare in Europa nel XV secolo. La differenza è che il Delftware è stato dipinto con scene altamente decorative in un distinto blu e bianco. Il contenuto delle scene variava notevolmente, ma una grande fonte di ispirazione era la vita lavorativa olandese e il lavoro spesso raffigurava i famosi mulini a vento, le barche da pesca e le scene di caccia del paese. Scene della Furia spagnola (o Sacco di Anversa), dal 1583 al 1589 durante la rivolta olandese furono anche dipinte su opere di ceramica.

I pezzi erano comunemente piatti e vasi, ma una grande quantità di piastrelle era anche fatta e usata su case costruite nel 17 ° e 18 ° secolo, molte delle quali sono ancora visibili se si visita Oggi Delft.

In che modo i vasai di Delft hanno creato il loro lavoro?

Delft viene creato dal lavoro del vasaio che viene completamente ricoperto da una glassa bianca di latta prima che dipingano un intricato disegno o scena sul pezzo.

L'intero pezzo viene quindi coperto con una vernice trasparente per sigillare il colore e creare una lucentezza intensa. L'argilla usata viene a volte chiamata porcellana, ma in realtà è composta solitamente da un tipo di argilla bianca, che ha un alto contenuto di composti di calcio, caolino e quarzo. Gran parte del Delftware è stato creato in grandi quantità e slittato, piuttosto che essere gettato a mano o ruota. Per creare le scene che volevano dipingere sulla loro terracotta, i ceramisti costruivano spesso degli stampini per assicurarsi che i loro disegni fossero perfetti. Un'antica tecnica di creazione di uno stencil, che a volte viene ancora utilizzata, era di disegnare il disegno e poi fare dei puntini sulla carta, la carta era tenuta sopra il pezzo di ceramica e la polvere di carbone veniva spruzzata su di esso, lasciando un contorno della base schizzo sulla ceramica. Da lì il vasaio può vedere esattamente dove creare il disegno e finire l'intera decorazione a mano, usando una vernice nera contenente ossido di cobalto, che si trasforma nel famoso bel colore blu nel forno.Una volta finito l'intero lavoro sarà immerso in una glassa bianca.

La terracotta policroma di Delft è stata sviluppata dall'originale Delftware e incorporata non solo in blu e bianco ma in una gamma di colori (spesso utilizzando i colori primari rosso, giallo e blu).

Dove puoi trovare Delftware oggi?

Nonostante la sua popolarità, le ceramiche di Delft si sono quasi estinte intorno alla metà del XVIII secolo, quando la produzione in serie della ceramica ha iniziato a guadagnare terreno. Fortunatamente, per l'artigianato un uomo olandese di nome Joost Thooft acquistò uno dei più importanti stabilimenti di Delft De Koninklijke Porceleyne Fles (noto più comunemente come Royal Delft), che all'epoca era in difficoltà e lo riportò alla popolarità. La fabbrica è ancora in funzione e funziona da oltre 360 ​​anni, è anche l'ultima delle rimanenti fabbriche di terracotta nell'area. Spesso troverai Delft che funziona con le iniziali di Joost Thooft sul fondo. Un altro produttore popolare è la fabbrica DeWit nei Paesi Bassi, che produce ancora alcuni dei più bei Delftware dipinti a mano creati da artigiani olandesi, portando avanti questa ricca tradizione.