Suggerimenti per la coltivazione di Hackberry netleaf

Immagine di briweldon con licenza Creative Commons di Flickr

Quelli che vivono nel Nord America occidentale probabilmente hanno visto un hackberry a foglie gialle, anche se non sapevano che tipo di albero fosse. Spesso i vivai non trasportano questa specie perché gli alberi immaturi sono indisciplinati, anche se vengono descritti come familiari. Ciò rende difficile per loro competere con altri alberi più attraenti. Tuttavia, pochi alberi sono più duri o più longevi rispetto al bagolaro. Crescendo lentamente, questo albero vivrà facilmente per 100 o 200 anni.

Può prosperare in aree con un minimo di 7 pollici di pioggia all'anno, rendendolo adatto alle aree in cui altri alberi non sopravvivono.

Un albero deciduo di piccole e medie dimensioni, l'hackberry netleaf è stato intorno per migliaia di anni e si è diffuso dal nord-ovest del Pacifico attraverso lo spartiacque del Rio Grande. Popolazioni native si trovano in Arizona, California, Colorado, Idaho, Kansas, Louisiana, Nevada, New Mexico, Oklahoma, Oregon, Texas, Utah, Washington e Wyoming.

Nome latino:

Il nome botanico di netleaf hackberry è Celtis reticulata . La specie fu nominata dal botanico svedese Linneo nel 1753. Usò un nome antico dato da Plinio a una bacca dolce. Lo ha combinato con la parola latina reticulata, che significa reticolo, un riferimento alla rete delle nervature fogliari.

Celtis reticulata è un membro del genere Celtis , i cui membri sono noti collettivamente come alberi di ortica o hackberries.

Il genere Celtis è noto per la frequente ibridazione. Come risultato Celtis reticulata è spesso confuso con molte altre specie del genere Celtis, in particolare Celtis laevigata, Celtis occidentalis e Celtis pallida.

Alcuni esperti considerano l'hackberry netleaf una variante di Celtis laevigata , noto anche come sugarberry.

Altri credono che sia sinonimo di Celtis douglasii , noto comunemente come Douglas hackberry. Tuttavia, la maggior parte dei tassonomi considera la bagaglia in rete come la specie discreta che conosciamo come Celtis reticulata .

Nomi comuni:

Conosciuto più spesso con il nome comune di hackberry netleaf, questa specie è anche conosciuta con una varietà di altri nomi comuni, tra cui: acibuche, canyon hackberry, hackberry Douglas, hackberry, hackberry zucchero netleaf, palo blanco, sugar hackberry, sugarberry, sugarberry del Texas e hackberry occidentale.

Il nome comune di sugarberry è anche usato per riferirsi a una specie simile, Celtis laevigata , mentre il nome comune di Douglas hackberry si riferisce anche a Celtis douglasii. Tuttavia, sono specie separate.

Zone di resistenza USDA preferite:

L'hackberry Netleaf è raccomandato per le zone di resistenza USDA da 4 a 10, tuttavia è molto resistente e può crescere in aree con temperature fino a 110 ° F o anche a 0 ° F.

Dimensioni e forma:

Un albero di piccole e medie dimensioni, hackberry netleaf è a crescita lenta; in genere raggiungendo 20 a 30 piedi in altezza e larghezza. Tuttavia, alcuni esemplari sono noti per crescere fino a 70 piedi di altezza. Al contrario, alcuni esemplari rimangono più piccoli della media e presenti come un grande arbusto.

Il tronco cresce di circa un piede di diametro ed è spesso corto e storto.

Esposizione:

L'hackberry Netleaf preferisce il pieno sole, richiedendo un minimo di sei ore di luce solare diretta al giorno. Una posizione con terreno ben drenato è la migliore, tuttavia può sopportare gravi siccità e vaste escursioni termiche.

Fogliame / Fiori / Frutta:

La corteccia di hackberry è di colore da grigio a grigio-bruno, ed è spesso descritta come tessitura verrucosa o grassottella. Spesso è descritto come un disordine aggrovigliato quando immaturo; con l'invecchiamento assume una corona che si allarga su un tronco corto. I rami sono lisci e giovani ramoscelli sono coperti di capelli fini.

Le foglie di hackberry di Netleaf sono lanceolate ad ovali con prominenti venature in rilievo, dandole il nome reticolata . Crescendo fino a 3 pollici di lunghezza, queste foglie hanno una ruvida consistenza ruvida che viene spesso descritta come rotta, proprio come la carta vetrata.

Le foglie mature sono piuttosto dure. Le lame delle foglie sono attaccate agli steli da un gambo corto. Le foglie sono disposte alternativamente e non sono simmetriche.

I bordi delle foglie sono seghettati e la foglia arriva a una lunga punta appuntita. La superficie superiore della foglia è verde scuro mentre la parte inferiore è di colore giallo verde. In autunno le foglie ingialliscono e in alcuni punti non cadono durante la stagione invernale, anche se è un albero a foglie decidue. È comune per le foglie avere galle di insetti su di loro.

I fiori di questa specie sono piccoli e poco appariscenti, con una media di 1/12 th di un pollice di diametro. Compaiono nei mesi di marzo e aprile. I fiori si formano singolarmente, o in gruppi di cimose, e sono di colore verde pallido. Sono ermafroditi e sono impollinati dalle api.

Il frutto è piccolo, con un diametro inferiore a mezzo pollice. Inizialmente verde diventa arancione per leggere mentre matura a fine estate per cadere. Ogni bacca contiene un singolo seme circondato da un sottile strato di polpa. I semi maturano in ottobre. Sia i frutti che i semi sono apprezzati dagli uccelli e da altri animali selvatici.

Suggerimenti per la progettazione:

L'hackberry Netleaf è una scelta eccellente per le aree soggette a calore del deserto, siccità, forti venti e terreno alcalino secco. Questo albero è anche adatto alle condizioni urbane e può essere utilizzato in cantieri e cortili, nonché lungo strade e viali. È una buona scelta per un paesaggio naturale o un giardino di habitat, ma si adatta bene anche a zone con traffico pedonale intenso. L'hackberry di Netleaf è un buon albero da ombra che ha il vantaggio di fornire cibo agli uccelli.

Alcuni vivai lo coltivano come un albero ornamentale o arbusto. Tuttavia, alcuni potenziali proprietari li passano perché, come alberi giovani, hanno spesso un aspetto spigoloso. L'hackberry di Netleaf viene spesso utilizzato nelle zone di restauro ripariali, lungo fiumi, torrenti, sorgenti, laghi e pianure alluvionali. Un altro uso per questa specie è come un frangivento, a causa della sua robustezza e longevità.

Suggerimenti per la coltivazione:

Sebbene questa specie sia tollerante alla siccità e preferisca terreni ben drenati, dovrebbe avere una fornitura regolare di acqua.

Crescerà in una vasta gamma di tipi di terreno tra cui ghiaia, terreno roccioso, terreni calcarei, terreno sabbioso o terreno argilloso. Può tollerare sia il terreno acido che alcalino. Posizionare le rocce intorno alle giovani piantine appena piantate migliorerà la vitalità fino alla maturazione.

Una volta stabilita l'irrigazione dovrebbe essere profonda e poco frequente. Fino a due volte al mese è sufficiente, con irrigazione più frequente se si desidera una crescita più rapida. È una specie estremamente resistente che tollererà condizioni di crescita difficili, tra cui la siccità e persino il fuoco.

La fauna selvatica e il ceppo di Netleaf:

Nel suo habitat nativo si trova più spesso nelle praterie delle pianure, nelle praterie desertiche, nel deserto superiore e nelle zone boschive, dove è un albero inestimabile per la fauna e il bestiame. Nella valle del Rio Grande è spesso utilizzato come mezzo di copertura dai cervi dalla coda bianca. Il cervo mulo e l'antilocapra si nutrono di foglie di avena a foglie gialle, in particolare durante i periodi di siccità quando altre fonti di cibo sono scomparse. In alcune zone anche bovini, ovini e caprini pascolano su questa specie, in quanto è una buona fonte di proteine.

I cervi non sono gli unici animali selvatici che usano la pelle di sacco per la copertura. Gli uccelli lo usano anche per proteggersi dai predatori e per nidificare. Il rigogolo di Bullock, le colombe, la quaglia, il pigliamosche dalla coda a forbice, il falco di Swainson e il corvo dalla coda bianca sono solo alcuni degli uccelli che dipendono dal nocciolo della rete come nidificazione luogo. Molti uccelli dipendono anche dal frutto come fonte di cibo. Nel nord dello Utah il frutto del netberry è il più importante cibo per uccelli invernali disponibile. Tra gli uccelli che si nutrono delle bacche di questa specie ci sono il pettirosso americano, il corvo americano, il piccione dalla coda a band, la cera di Boemia, il waxwing del cedro, il tremolio del nord, il towhee dai bordi ruvidi, la ghiandaia, la ghiandaia di Steller e il solitario di Townsend.

Le bacche di hackberry di Netleaf sono apprezzate da una vasta gamma di animali selvatici. Oltre agli uccelli, pecore Barbary, coyote, volpi e scoiattoli si godono il frutto di questo albero. I bruchi di lepidottero si affidano alle foglie dell'hackberry a foglie gialle e si sa che i castori si nutrono del legno di questo albero versatile. I bovini trovano l'albero utile all'ombra durante i periodi caldi dell'anno, così come le quaglie e gli uccelli canori del deserto. I ramoscelli del bagagliaio sono usati dai boschi per costruire le loro case. I trattori a cingoli della farfalla dell'imperatore si alimentano le foglie.

Usi:

Anche i nativi americani hanno trovato questa specie un'utile fonte di cibo. Includevano regolarmente nella loro dieta le bacche e i semi dell'hackberry a foglie gialle e li conservavano come riserva di cibo per l'inverno.Hanno anche usato la corteccia per scopi medicinali e creato una tintura dalle foglie. I Navajo usavano le bacche come aiuto digestivo. Il frutto è ancora mangiato in tempi moderni. Può essere cucinato e trasformato in gelatina o come condimento per alimenti salati. Viene anche essiccato come pelle di frutta.

I primi proprietari terrieri usavano il legno di questo albero per costruire mobili grezzi, anche se non è un semplice strumento da legno. Oggi è utilizzato per i paletti di recinzione e come legna da ardere nelle sue località native. In alcune zone è usato per fabbricare barili, scatole, armadi, casse, mobili e rivestimenti. Gli artigiani ne fanno ancora un uso limitato per creare una tintura rossa.

Manutenzione / Potatura:

È necessaria poca manutenzione. Se si desidera una forma più piacevole, è possibile eseguire la potatura della corona per ottenere una forma migliore.

Parassiti e Malattie:

Questa specie è resistente e resistente a molti parassiti e malattie, essendo particolarmente resistente al fungo marciume del cotone e al fungo del miele. Occasionalmente l'hackberry netleaf cadrà preda di attacchi di afidi e gonfiore delle foglie gonfie. È in qualche modo soggetto a sviluppare la scopa delle streghe, causata da funghi e acari. L'infestazione causa una crescita eccessiva occupata in un singolo punto, simile a un nido o una scopa di un uccello. La crescita in eccesso non danneggia l'albero e talvolta viene utilizzata dalla fauna selvatica come macchie di nidificazione.