Dovresti essere in grado di mantenere un segreto da tua moglie?

Steve West / Taxi / Getty Images

Essere onesti con il coniuge non significa necessariamente che devi condividere ogni singolo pensiero, sogno, paura o fantasia con questa persona. Di fronte, l'onestà potrebbe essere un'arma a doppio taglio nel tuo matrimonio. Sapere cosa condividere e cosa non condividere è un'importante abilità comunicativa che le coppie possono imparare e utilizzare nel loro matrimonio. Potrebbe anche essere qualcosa che può aiutare o ostacolare la pace e l'armonia con il tuo coniuge.

Mantenere i segreti e il diritto alla privacy

Hai il diritto alla privacy in ogni relazione, anche in matrimonio, famiglia o gruppo. In qualsiasi relazione, hai il diritto di mantenere una parte della tua vita segreta, non importa quanto sia banale o quanto importante, per il solo motivo che vuoi farlo. Hai anche il diritto di trascorrere un po 'di tempo da solo e solo con te stesso.

È sano e saggio onorare il senso di privacy emotivo e fisico necessario per te e il tuo coniuge. Altrimenti, ironicamente, finisci per limitare la tua intimità l'uno con l'altro, non per migliorarlo. Non puoi essere veramente intimo con il tuo compagno senza essere in contatto con le parti più interne di te stesso.

L'onestà è sempre la migliore politica?

Ci sono validi motivi per mantenere un segreto dal tuo coniuge. Non dovresti dover difendere non rivelando momenti imbarazzanti o dolorosi del tuo passato. È possibile che il segreto coinvolga qualcun altro che ha chiesto che la storia non fosse raccontata.

Ci sono molte coppie che sono state sposate da molto tempo e che hanno segreti personali che non hanno condiviso con i loro coniugi. Il senso dello spazio e il senso di una parte privata di se stessi è importante per molti individui.

Sapere quando condividere un segreto

Se hai un segreto che pensi di dover condividere, ma non sei sicuro di farlo, guarda le tue risposte fisiche quando nascondi il segreto.

Se la tua pressione sanguigna aumenta, o ti ritrovi a sbattere le palpebre molto più velocemente, o la tua respirazione è più pesante, o se stai sudando di più, allora potrebbero essere indizi che dovresti condividere quel particolare segreto.

Se stai tenendo un segreto perché non vuoi affrontare una responsabilità nel tuo matrimonio, questo può creare problemi. Trattenere i fatti o le informazioni che il coniuge deve conoscere nel processo decisionale è una manipolazione dannosa.

Segreti che possono danneggiare il tuo matrimonio sono quelli relativi a:

  • problemi di lavoro
  • non pagare le bollette
  • prestare denaro
  • non rivelare una malattia
  • vedere la famiglia e gli amici segretamente
  • mentire su come spendi soldi
  • mantenendo una dipendenza o abitudini di abuso di sostanze nascoste
  • problemi legali
  • avere una relazione

Quando stare tranquillo su un segreto

Se hai intenzione di condividere un problema segreto o difficile con tua moglie, renditi conto che i seguenti tempi non sono un buon momento per rivelare questo:

  • Al momento di coricarsi.
  • Se uno di voi è ubriaco.
  • Quando qualcuno di voi si trova in una situazione stressante.
  • Durante i periodi di scontrosità.
  • Quando tu o il tuo coniuge siete arrabbiati.
  • Quando uno di voi è stanco o malato.
  • Quando il tuo coniuge ha già a che fare con cattive notizie.

Cerca aiuto

L'onestà e la fiducia sono vitali per il successo di un matrimonio. È una linea sottile tra i segreti accettabili e quelli che perseguitano un individuo e feriscono un matrimonio.

Se inizi a sentire la distanza nel tuo matrimonio e pensi che possa essere il risultato di un segreto, allora è il momento di consultare un consulente professionista.

Un partner che scopre di essere stato mentito direttamente, data una mezza verità o non aver detto informazioni critiche può provare un enorme senso di tradimento. Questi tradimenti possono essere difficili da tornare e il tuo partner potrebbe non provare mai più un senso di fiducia.

Se pensi che questa situazione ti riguardi, prima lo affronti e meglio è!

* Articolo aggiornato da Marni Feuerman