Cosa definisce Authentic Soul Food?

Iain Bagwell / Photolibrary / Getty Images

The Name

Il termine "soul food" non divenne comune fino agli anni '60. Con l'aumento dei diritti civili e dei movimenti nazionalisti neri durante gli anni '60, molti afro-americani cercarono di rivendicare la loro parte dell'eredità culturale americana. Poiché termini come "fratello dell'anima", "sorella dell'anima" e "musica dell'anima" stavano prendendo piede, era naturale che il termine "cibo dell'anima" fosse usato per descrivere le ricette che gli afro-americani cucinavano da generazioni.

Il termine potrebbe essere stato usato per la prima volta nel 1962 dall'attivista per i diritti civili e dal poeta Amiri Baraka. Sylvia Woods ha aperto il suo famoso ristorante Harlem, Sylvia's, nello stesso anno; oggi, Woods è conosciuto da molti come "la regina di Soul Food". "I ristoranti e i libri di cucina soul food hanno continuato ad essere popolari negli anni '70.

Il cibo

Il cibo dell'anima è una cucina di base, casalinga con le sue radici nel sud rurale. Le basi della cottura del cibo dell'anima sono fagioli, verdura, farina di mais (usata nel pane di mais, frittelle di farina di mais e johnnycake e come rivestimento per il pesce fritto) e maiale. Il maiale ha un numero quasi illimitato di usi nel cibo dell'anima. Vengono utilizzate molte parti del maiale, come i piedi dei maiali, i garretti del prosciutto, le orecchie di maiale, il guanciale e le chitoline. Il grasso di maiale viene usato per friggere e come ingrediente nelle verdure cotte lentamente. Le bevande dolci e fredde sono sempre le preferite.

Soul o Southern?

Per molti americani, tutto ciò sembra solo una descrizione del cibo del sud.

Le distinzioni tra anima e sud sono difficili da fare. Nel suo "Soul Food Cookbook" (1969), Bob Jeffries riassunse così: "Mentre tutto il cibo dell'anima è cibo del Sud, non tutto il cibo del Sud è anima. La cucina soul food è un esempio di come i bravi cuochi del sud [afro-americano] cucinassero con quello che avevano a loro disposizione. "

Il cibo dell'anima ha le sue radici nella schiavitù, quando gli afro-americani dovevano accontentarsi di qualunque cibo fosse loro disponibile. Per i successivi 100 anni dopo l'abolizione della schiavitù, molti afroamericani hanno continuato a fare uso di ingredienti meno costosi. Naturalmente, il cibo dell'anima non è interamente definito da una divisione razziale. Storicamente, non c'è stata molta differenza tra i cibi mangiati dai poveri meridionali del Sud e dai poveri meridionali bianchi. John T. Edge, direttore della Southern Foodways Alliance, ha scritto: "Le differenze tra i cibi dei meridionali in bianco e nero sono sottili. Più calore al peperoncino, una mano più pesante con sale e pepe e un maggiore uso di carne di frattaglie sono le caratteristiche comparative dell'anima rispetto alla cucina contadina. "

Ricette Soul Food

Se desideri provare la tua anima con cibi soul fatti in casa, consulta alcune ricette base seguendo questi link.

Pesce fritto in padella
Carne di cavolo in stile meridionale
Johnnycakes
Hush Puppies